Ciao cara Maria Teresa…

La preghiera dell’abbandono di Charles de Foucauld
Padre mio,
io mi abbandono a te,
fa di me ciò che ti piace.
Qualunque cosa tu faccia di me
Ti ringrazio.
Sono pronto a tutto, accetto tutto.
La tua volontà si compia in me,
in tutte le tue creature.
Non desidero altro, mio Dio.
Affido l’anima mia alle tue mani
Te la dono mio Dio,
con tutto l’amore del mio cuore
perché ti amo,
ed è un bisogno del mio amore
di donarmi
di pormi nelle tue mani senza riserve
con infinita fiducia
perché Tu sei mio Padre


Oggi con tutti voi, ultimo tra tutti voi che avete amato MT vorrei anch’io ringraziare e benedire Dio per averla data al nostro cammino, compagna di viaggio silenziosa, fatta discepola dell’umiltà e del silenzio con cui ha vissuto, diceva, l’ultimo miglio di vita. Il suo nome, o Dio, è scritto sul palmo delle tue mani, ma è scritto anche dentro il nostro cuore.
La affidiamo a te.
A te si è affidata spirando, dopo essersi abbandonata a te nella vita; dopo essersi dedicata senza riserve a sorelle e fratelli a cui era negata ogni dignità, nella passione di restituire loro “DIGNITÁ”. Tu hai detto “nessuno può strapparvi alla mie mani”, noi crediamo che ora ha sentito calore, il calore delle mani di Annalena e di quanti l’hanno preceduta, il calore che ha dato in VITA.
Fa che non la pensiamo né oggi né domani tra i morti, ma tra i VIVENTI. Solo chi non ama rimane nella morte, chi ama passa dalla morte alla vita.
14 gennaio 2020 – Don Angelo Casati

Share